martedì 4 settembre 2018

My favourite things


Ho del riso
dei libri
persino del tabacco
(Santōka1883-1940)

Il saggio e sobrio Santōka ci indica queste tre cosette necessarie per vivere, le sue tre cose preferite.
Mi asterrò dai consigli di cucina, per il vostro bene, e il tabacco, per quanto mi riguarda, lo sostituirei con il cioccolato fondente. Ma sui libri, almeno quelli che popolano la mia libreria, ho le idee più chiare.
Non amo i libri che... non mi parlano. E detesto i libri che mi tranquillizzano. Essere trasportata in mondi fantastici dove spazio e tempo sono opzionali, in mondi esotici con vecchi saggi dalla barba bianca che ti risolvono i problemi, non lo reggo. Diffido degli autori piacioni, dei fenomeni letterari, delle copie vendute, degli esordi imperdibili.
Le amiche geniali, i mondi spiegati ai miei figli, le saghe e i commissari mi allappano. I giornalisti-scrittori, i politici-scrittori, mi appallano.
Scovare letteratura nel mucchio, trovare quello che cerco in un grande festival letterario come quello di Mantova non è facile, è come riuscire ad acchiappare il coleottero più raro del pianeta. Un retino e la valigia è pronta.

(Caccia grossa)

1 commento:

Anonimo ha detto...

condivido e sottolineo !
anche la mia valigia e' pronta per MANTOVA
Io ho scelto i poeti e la poesia ;da Kemeny a Mishol a seguire Frabotta e Enrico Prete . mi dispiace non vedere l' anteprima del documentario di Fabio Pusterla .Amo girare per Mantova a piedi , quest' anno direzione - conservatorio di Musica .
naturalmente tra un evento e un'altro sosta - Piazza Leon Battista Alberti .
buon festival Susanna
Annunziata