martedì 3 gennaio 2017

Controdiscorsi/Cona

Il signor Jones, della Fattoria Padronale, serrò a chiave il pollaio per la notte, ma, ubriaco com'era, scordò di chiudere le finestrelle.
da "La fattoria degli animali" di George Orwell

Nel pollaio delle esternazioni, quello popolato dai Grillo e dai Salvini, la sera del 31 dicembre, sono echeggiati i contro-discorsi di fine d'anno (notizia QUI) fuoriuscendo dalle finestrelle dei social - in sincronica concorrenza con quello tradizionale del Capo dello Stato - con le loro contro-dichiarazioni sui migranti e sull'etica. 
Galleggiano ancora, questi contro-discorsi, galleggiano sui siti dei quotidiani tra le notizie e scivolano ogni giorno un po' più giù, nella melma, nella fanghiglia della rete del grande pollaio di internet. 
Cadono nel basso dello schermo, in quel deposito nascosto dove disordinatamente si accumulano, secondo dopo secondo, le gif con gli auguri, i video spiritosi e quelli tetri, quelli con gli animali mutilati, le malattie imbarazzanti e i bambini maltrattati.
"Orgoglio italiano!" scandivano i due contro-leader, "Orgoglio italiano!" 

Nei giorni passati, nel centro di accoglienza profughi di Cona nel veneziano, è morta una giovane ivoriana di venticinque anni. 
Oggi, è scoppiata la rivolta (clicca QUI)
Orgoglio italiano.


(nel tunnel italiano)














        

Nessun commento: