martedì 19 aprile 2016

Naufragi

Freddo.
Il rumore dell'acqua 
si è posato sul guanciale.
(Shiki 1867-1902)


È passato un anno esatto da un naufragio in cui perirono novecentocinquanta persone (vedi il mio vecchio post) ed è di ieri la notizia di un altro. L'ennesimo.
Non disturbiamo l'Europa che dorme su un morbido guanciale, il rumore dell'acqua è lontano dalle sue finestre, e il freddo, che arriva fino a Shiki, non turba affatto i suoi sogni di arpia decrepita.
Shhhhhh!


(Via dall'Austria)

1 commento:

Cristina ha detto...

Se ci fai caso all'inizio turbavano parecchi le storie dei naufragi. Oggi un pò meno.
E' questo fa paura. Ci stiamo gradualmente abituando a questo tipo di tragedia rischiando di arrivare al punto da non interessarcene più.
(Senza considerare che chi dovrebbe attualmente non se ne cura affatto)
Tristezza.