mercoledì 22 luglio 2015

Diritti

Oh grillo canta!
Ecco piatti e scodelle
pronti per due
(Momoko Kuroda 1938)



Ieri la Corte europea dei diritti umani ha condannato l'Italia per non prevedere alcuna forma di riconoscimento delle unioni fra persone dello stesso sesso.

Ma non ci siamo stufati di essere campioni di arretratezza? Ma dove troviamo ancora le energie per contrastare un diritto fondamentale tra le persone? Ancora a dibattere - e sono anni - se unioni civili sì o no, ancora a discettare sulle differenze tra quelle dello stesso sesso o omosessuali...

Quanto sarebbe bello, una di queste sere estive, poter apparecchiare per due, o anche per tre o per venti. Immagino una tavolata in campagna, qualche candela, tante sedie per tante persone. Un po' di freschetto, una musica piacevole in sottofondo, risate e aneddoti, qualcosa di buono da mangiare.
E poter brindare al canto dei grilli, oggi e non quando saremmo tutti ancora più vecchi e rancorosi, brindare alle cose concrete qui rappresentate da quei piatti e scodelle.
Poter fare una bella festa intima e affettuosa che celebri ognuno di noi, libero nelle sue scelte sessuali e pienamente tutelato nei diritti civili.
Ecco cosa vedo nell'haiku di oggi.

(Io porto il dolce!)







Nessun commento: