mercoledì 1 marzo 2017

La vittoria di Trento


O come quando Alessia
va con la sabbia in mano
a bagnarla nel mare
e un attimo si siede in poco d'onda,
torna di corsa e s'asciuga... la faccia
e ride anche il gabbiano che ha lasciato
proprio lì la sua traccia
(Giorgio Orelli da "Il collo dell'anitra")


Versi come una foto qualsiasi, se non fosse quella di un'estate di Giorgio Orelli, poeta grande, e non tanto noto, poeta che sembra parlarci direttamente, guardandoci negli occhi, con sensibilità paterna. 
Versi che sanno della vita che viviamo e che la osservano senza schiamazzi.
Uno scampolo di spiaggia e sole che dedico alla coppia omogenitoriale che ha vinto la sua battaglia presso il Tribunale di Trento che ha appena riconosciuto loro il diritto di essere genitori a tutti gli effetti. Legalmente riconosciuti. (leggi notizia QUI)
Auspico la possibilità di scegliere. 
E ringrazio coloro che lottano ogni giorno per i diritti civili e che amano tanto la vita come DJ Fabo e la coppia dei padri trentini.


(Nei panni degli altri)






Nessun commento: