mercoledì 1 febbraio 2017

Gioventù bruciata


Guarda come alcuni 
pensano che sia il futuro...

E tu, come vedi la nostra vita?

Avvicinati alla teca e guarda
sul fondo della selva
tra il verde immobile e senza odore.

Ci siamo anche noi nella foresta
sapendo le cause, sapendo i fiori  
(Antonio Riccardi in "Aquarama e altre poesie d'amore")


Una poesia di Antonio Riccardi, abilissimo, nei suoi versi, nel ridurre il macro al microscopico. Leggo che l'ISTAT rileva che il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 15 e i 24 anni, è salito al 40,1 per cento (leggi QUI)
Allora vi offro, sulla stessa pagina, da una parte numeri, cifre e percentuali, dall'altra una domanda, poetica, che rimbalza sul vetro della teca che ci contiene tutti.
E tu, come vedi la nostra vita?


(nella foresta urbana)




Nota 
Credo proprio che l'autore sia Andrea Gandini. Leggi cliccando QUI.
A me sembra un gesto di rara bellezza che ho fotografato al volo mentre passavo di là cercando un cappuccino caldo.    





Nessun commento: