martedì 15 settembre 2015

Piccole spese

La luna splende.
Anche i monaci
fanno piccole spese a Shijo
(Kawabata Bosha 1897-1941)



Questo Kawabata, omonimo del ben più noto scrittore a lui contemporaneo, era un monaco zen sconosciuto ai più. I suoi haiku restituiscono le immagini di una vita meditativa fatta di piccoli gesti, l'osservazione amorevole del prossimo, sobrietà e frugalità. Qualche ramo di felce, un piccione che svolazza, rugiada, lucciole.
Che papa Francesco conosca anche Kawabata Bosha??? Dopo la citazione di Mina di qualche giorno fa non mi stupirebbe affatto!
Il fermo richiamo alle gerarchie ecclesiastiche a far pagare l'Imu quando i conventi diventano hotel (leggi QUI) mi ha fatto subito venire in mente queste meravigliose "piccole spese", quello spirito di semplicità che ogni haiku di qualunque autore, oggi la scelta era facile, trasmette al lettore.
Chissà a quali spesette allude il nostro Kawabata Bosha! Che curiosità. 
Escludo pantofole di velluto, i monaci zen preferivano i pratici tabi di paglia, o mantelle di ermellino. Con la pioggia si impregnerebbero.



(cattedrale low cost)


Nessun commento: