lunedì 7 settembre 2015

Alberi a Radio3

Caduti i fiori -
tra i rami degli alberi
il tempio appare
(Yosa Buson 1716-1783)


La forza delle radici, la potenza della linfa, lo slancio dei rami, la ricchezza dei frutti, la maestosità della chioma. La sacralità di un albero. Qualcosa di paterno e caro mi avvolge quando tocco, col palmo bene aperto, il legno del tronco. Anche quello di un albero cittadino, anche quello di un'acacia stortignaccola bordo strada.

Allora, per chi ancora non lo sapesse, ho portato a Matera, al festival di Radio3, l'idea che vi avevo anticipato venerdì scorso. In chiusura del nostro Materadio abbiamo quindi piantato un albero (di pistacchio!) in memoria dell'archeologo siriano Khaled al-Asaad. Tutti insieme, ascoltatori che ci hanno raggiunto per l'occasione, materani, turisti e tutti noi della truppa di Radio3, abbiamo partecipato a una piccola cerimonia simbolica e piena di vita in una terra difficile e struggente come quella dei sassi. 
E proprio mentre stavamo con la zappa, smuovendo la terra che avrebbe accolto il nostro bell'alberello, una marcia lunga e commovente di profughi varcava i confini non solo politici dell'Europa.
Troppi i fiori caduti ma la luce tra i rami che ci indica Buson possiamo scorgerla solo insieme e guardando dalla stessa parte. 
E per noi è stato un bellissimo momento di condivisione non solo radiofonica!


(Vita)





Nessun commento: