venerdì 5 giugno 2015

Mangio Roma

Mentre mangio un cachi
suona la campana.
Hōryūji
(Shiki 1867-1902)



"La mucca deve mangiare", "Con questi in tre anni ci mangiamo Roma" diceva questo tipo, Buzzi, arrestato con quest'altro, Carminati, nell'ambito dell'inchiesta 'Mafia Capitale', alludendo alle tangenti mafiose che ingrassavano la rete di losca cooperazione a cui erano a capo.

Certe volte mi vergogno di vivere in Italia, dove corruzione, familismo e individualismo sono la cifra reale della sbandierata " identità nazionale. Altro che cooperazione.
Ma mi vergogno anche di "disturbare" gli hajin classici (poeti di haiku), esempi di assoluta levatura morale, sobrietà e poesia, forzandoli a commentare notizie come questa di oggi. "Povero Yosa Buson!", "Ma chi doveva dirglielo a Issa!" o "Che Santoka mi perdoni!" penso spesso tra me e me quando scelgo un loro fulgido haiku a commento delle miserie ad altezza fogna del nostro paesucolo.
Ovviamente, nel tempo di vita di questo blog, mi sono dedicata anche a mafia capitale, e scorrere il DAILYHAIKU, digitando "Roma" in alto a sinistra, è un buon esercizio di memoria anche per me.
Ma oggi è stata proprio dura! Non tanto per lo scandalo delle tangenti sugli immigrati che ha portato ai nuovi 44 arresti di nobile trasversalità politica, e che conferma la situazione. No.
Ma per aver rotto le scatole proprio a Shiki, "cuculo" sofferente dal rigore morale altissimo (nel DAILYHAIKUclic posto la sua storia per chi non la conosce), la cui unica debolezza era la passione  per i cachi che divorava in quantità industriali e a cui ha dedicato haiku splendidi, sì, è stata dura. Mangiare cachi.

Costretto a letto poiché molto malato, fissando a lungo lo shōji, Shiki, che era stato un giornalista attivo e un giovane sportivo, fissando forzatamente, dicevo, il caratteristico pannello di carta di riso che delimita gli spazi delle abitazioni tradizionali giapponesi, riusciva a perdersi e a guardare più lontano.
La campana del tempio di Hōryūji, uno dei più antichi e importanti del Giappone, suonava
suonava...
Grande Shiki, pensaci tu.


(Marciapiedi)





Nessun commento: