giovedì 19 febbraio 2015

Nuvole

Una sola nuvola.
E' una gran cosa
nel cielo di stasera
(Shiki 1869-1902)




Ma che cos’è quell’enorme costruzione in tutto simile a una "nuvola" e che galleggia sospesa su Roma, a metà tra via Cristoforo Colombo, angolo Viale Europa, zona EUR?
E ancora, ma che cosa sarà quella gigantesca vela bianca vicino alla Roma-Napoli a sud di Roma?
Oooooh! Ma sono due grandi opere non finite, a metà. La Nuvola di Fuksas e la Vela di Calatrava. Oooooh! Vedi? Dai, immagina che qui ci sia una parete, bianca, eh?! E lì in alto, immagina il nuovo centro congressi e proprio lassù, sopra quei camion, immagina un auditorium da 1850 posti a sedere. Poi un mega albergo, sale meeting... tutte cose che, in effetti, sì insomma.... Se ne sentiva la mancanza all'EUR. 
E pensa che bella, più in là, che bella che sarebbe la nuova Città dello Sport fatta da Calatrava! Una città dentro la città, con una nuova viabilità, eh? Mica uno scherzo! Ora ne vedi una, ma dovevano essere due le vele. E ognuna, sì, ognuna alta 130 metri e con il suo bel laghetto davanti, laggiù il palanuoto con i suoi 4mila posti e poi il palabasket da 15mila, riesci a immaginarli? No? (QUI)

Qui di immaginazione ne serve troppa e quell'archi-idea di leggerezza ha ceduto il passo alla pesantezza di debiti, malagestione e degrado (QUI)
Di quei progetti - dove spazi e volumi dovevano creare nuove forme fluttuanti - non si vede nulla. O meglio, di fluttuante rimangono solo le plastiche strappate che si muovono al vento in cantieri spettrali, dove immensi scheletroni, mezzi interrati e mezzi fuori, ci ricordano chi siamo e dove andiamo.


(Nuvole low cost)




Nessun commento: