lunedì 12 gennaio 2015

Mantello

Alla prima pioggia violenta
anche la scimmia vorrebbe
un mantellino di paglia
(Bashō 1644-1694)




Parigi. Un'aggregazione spontanea di un milione e più persone contro il terrorismo, una folla immensa collegata con tutti i media, gli haker di tutto il mondo uniti e solidali. 
Sfilano leader mondiali, gente comune, forze dell'ordine, Carla Bruni & Sarkozy. 
Il presidente nigeriano con la sua falsa partenza davanti al corteo, al centro Holland, al suo fianco svettava Ranya di Giordania, poi Cameron, Renzi in completo blu pavone, Merkel, alti rappresentanti del mondo arabo musulmano con "colleghi" del mondo ebraico che sfilano simbolicamente, e almeno per una volta, dalla stessa parte.
Alle spalle dei capi mondiali, una massa di persone comuni che, come un mantello lunghissimo e avvolgente, sembra proteggere le stesse istituzioni ancora sotto shock. 
Scatta all'unisono, e rimbalza sui social di tutto il mondo, la foto di questo inedito e storico quinto Stato che vede insieme, cosa unica, popolo e leader. 
Non si capisce bene chi protegga chi e forse non ci sarà neanche un progetto per un'Europa di tipo meno "bancario", ma ci si riscalda un po' nella raggelata Parigi.


(stretti insieme)



Nessun commento: