mercoledì 31 dicembre 2014

2015 auguri

Nel mezzo della raccolta di poemi e di haiku
senz'ordine
la siesta
(Shiki 1867-1902)




I miei auguri per il 2015 ve li spedisco con questo haiku di Shiki. 
Approfitto allora di questa "siesta", di questo spazio limbico tra un anno e l'altro, come quello di oggi 31 dicembre, e vi auguro che le vostre cose "senz'ordine" trovino la loro giusta collocazione. O un posto, anche un po' strettino, dove sistemarsi al meglio, che va bene lo stesso!

Meravigliosa quella "siesta" ritagliata nel caos, ve la dedico tutta! Rileggendo l'haiku si possono intravedere tanti mondi: chi, ad esempio, annaspa tra gli scatoloni di un trasloco e si butta un momento sul divano, chi si prende una pausa dopo essersi a lungo arrovellato su strategie di lavoro, su come sbarcare il lunario o su un amore incasinato... Ci vedo anche tutti coloro che, esausti dopo un anno difficile come questo 2014, si girano con la testa all'indietro per osservare, da fermi, il carico di fatiche sopportato fin qui.

Proposito: anche per il prossimo anno il DAILYHAIKU sarà on line. L'intento di questo blog era trovare il "mio" punto di osservazione sulle cose che mi circondano, con un modo in soggettiva e in stralunata empatia con lo sguardo sapiente e quieto di questi antichi filosofi zen. Un luogo minuscolo, tipo il piccolo giardino che da sempre desidero.
Mi sembra di essere sulla strada giusta e l'affetto e l'attenzione crescenti che mi dimostrate, mi invitano a non interrompere dopo un anno esatto come, sulle prime, mi ero prefissata. 
Ci provo ancora, quindi. Vedremo.
Per seguirmi nelle uscite del 2015 iscrivetevi su google+ o alla mailing list in alto a destra. È il modo più sicuro per rimanere aggiornati e mi offre un riscontro tangibile e gratificante della vostra lettura.

Grazie e ancora i miei più cari auguri con quest'altra preziosa gemma di Masaoka Shiki, a modo suo, un po' capodannesca.

Sopra le cime degli alberi
in lontananza
scoppiano fuochi d'artificio

Auguri!!!



(Buon 2015!)








3 commenti:

Lorena Melis ha detto...

Auguri carissima con le ultime parole che rivelano la festa di ogni città questa notte, anche se io guarderò gli occhi dei miei cari quasi in silenzio

Susanna Tartaro ha detto...

Bello, Lorena! Tutto "in lontananza"... Auguri

Anonimo ha detto...

Carissima, innanzitutto un grazie affettuoso a te che in qs anno ci hai offerto momenti di riflessioni profonde e leggere insieme, sulla realtà che ci circonda....sempre un tuo sguardo obliquo e interessante tra arte e attualità. Grazie!
E così, pensando a Rosetta, un pezzetto di noi umani, lassù sulla cometa, mi viene da augurare e augurarci quel suo stesso sguardo un po' staccato dalla Terra ( un certo sano distacco zen necessita per sopravvivere...)e incuriosito verso un ignoto futuro stellare!!!
Che ci sia ancora desiderio di guardare all'insù per lasciarsi sorprendere!
fulvia