giovedì 20 novembre 2014

Eternit

Scuotiti o tomba!
La voce del mio lamento
il vento dell'autunno
(Bashō 1644-1694)



Dopo quaranta anni di ricostruzioni dei fatti, ieri si è chiuso il processo Eternit con una sentenza inaspettata: annullata la condanna all'industriale svizzero. 
I parenti delle "vittime", così ancora vogliamo chiamarle nonostante tutto, vedono sfumati i risarcimenti economici e morali. Da quello che capisco non c'è nessun colpevole. Ma può essere prescritto un reato del genere? 
Rimangono tremila morti.

Nord: "Eternit", nel cui nome già c'era un senso di tombale, di eterno.
Sud: "Terra dei fuochi", fuochi fatui e fiamme eterne
"Eternità", come per i processi in Italia.


("Le sette torri celesti". L'eternità secondo Anselm Kiefer )


Nessun commento: